Faccio tanto il figo sugli sport del futuro e poi vengo inseguito da un gruppo di rugbysti che ce l’hanno a morte per i miei blog sulla Nazionale perdente.

E’ colpa mia? Riporto solo dei DATI REALI.

In ogni caso lasciamo stare. Sono in un vicolo, qui a Treviso. Rimarrò nascosto per un altro po.

Parlavamo degli Sport del futuro. A parte la tecnologia applicata ai nostri corpi esistono altre forme di sport come quello virtuale: gli Esport. Avere APP che misurano le prestazioni e i valori fisiologici è una cosa utile sotto vari aspetti: ad esempio tenere sotto controllo il battito cardiaco, durante una corsa bruciagrassi è fondamentale.

Questa settimana ho provato un app che simula corsa o camminata fra gli zombie. Si chiama Zombie, run! Comincia con un disastro aereo in cui sopravvivi, ma in una zona infestata dagli zombies. Tramite gps ti guida in alcune zone per delle missioni. Un motivatore simpatico.

Gli Esports sono un altra cosa però. Boh, io non li considererei SPORT, ma altro tipo di attività.

E’ un parere mio, ma stare seduti con un joypad in mano a manovrare un omino in Fifa 21 non è SPORT. E’ Gaming.

Detto questo aspetto evoluzioni future inerenti la realtà virtuale per cambiare idea.

E vedo i rugbysti andare al bar quindi esco e scappo.

D Controversy.