Don Matteo, in piedi sul tetto della sua Chiesa, fissava giù i suoi FEDELI urlare e disperarsi.

Vestito come il personaggio del film IL PICCOLO LORD, volteggiava tra le tegole improvvisando un effeminatissima danza.

<< Su le mani FEDELI!>> Urlava verso il basso. Capra Carmela, anch’essa sul tetto, lo guardava curiosa. Cane Pippio Baudo era compiaciuto invece.

<< IL MASSACRO DI DON MATTEO è cominciato BASTARDIII >>.

Sotto, SUPERFISTO entrava nelle case sfondando la porta e con la sua mano gigante frugava dentro i parrocchiani quasi volesse cercare qualcosa… Entrava in una casa e si sentivano urla bestiali e poi in un’altra casa… e così via fino alla fine delle case da violare. Dei parrocchiani da violare.

Nel frattempo Don Matteo volteggiava. Tacco, punta. Punta, tacco. Balzo. Volteggio.

Dall’altra parte di PAESE, il VECCHIO E LA NANA BONDAGE, esibivano strumenti chirurgici fusi con latex pieni di sangue.

<< Dobbiamo trovarlo prima di SUPERFISTO Puttana nana >> Disse il VECCHIO rivolto alla NANA.

<< Ovvio, VECCHIO impotente…>>.

I due si incamminarono verso una casa calciando una testa rimasta per strada senza padrone.

Nel frattempo, in una delle case già abusate, una ragazzina incolume sbirciava nascosta in un ripostiglio sicuro il MASSACRO perpetrato dalla coppia Bondage e dal deforme SUPERFISTO. Perchè quell’insensata violenza verso di loro? Cosa stavano cercando? La ragazzina, di nome MARILINA MANSONI, guardò per un momento il suo gatto RAMMSTEIN li vicino appollaiato.

Al gatto brillava la pancia. Da dentro…

(Continua)

D Controversy